apparato respiratorio per la mitica ossigenatissima 2 b

Apparato respiratorio

L’organismo umano necessita di una grande quantità di energia per ogni tipo di attività e per la sopravvivenza stessa. Gli elementi che ingeriamo contengono energia, immagazzinata sotto forma di energia chimica. Gli elementi si combinano con l’ossigeno, liberando quella quantità di energia di cui l’organismo necessita. Per questo la respirazione è altrettanto indispensabile quanto l’alimentazione. Anzi, mentre senza mangiare e senza bere si sopravvive qualche giorno consumando il grasso del nostro corpo, senza respirare si sopravvive pochi minuti. Oltre a far penetrare nel nostro organismo l’ossigeno, il nostro apparato respiratorio si occupa anche di depurarlo dall’anidride carbonica: prodotto di scarto dell’attività delle cellule. Esso è costituito da una serie di organi, detti vie aeree, attraverso i quali l’aria arriva nei polmoni: qui avviene l’ematosi, cioè lo scambio tra l’ossigeno dell’aria e l’anidride carbonica del sangue.

Anatomia

L’apparato respiratorio è costituito da:

Le Vie respiratorie o aeree, che comprendono il naso, la faringe, la laringe, la trachea, i bronchi e tutte le loro successive diramazioni. Hanno lo scopo principale di condurre l’aria fin nei polmoni, di riscaldarla e di liberarla dalle impurità.

I Polmoni, gli organi principali della respirazione, in cui avviene l’ematosi. La loro struttura è formata dall’insieme degli alveoli e delle ramificazioni bronchiali, e sono rivestiti da una membrana detta pleura. Un muscolo a forma di cupola, il diaframma, separa la cavità toracica da quella addominale.

Fisiologia …….viaggio dell’aria

La fisiologia è quella parte della biologia che studia il funzionamento delle strutture del corpo umano. Riguardo all’apparato respiratorio, studia il modo in cui l’aria entra nei polmoni e come avviene lo scambio tra l’O2 e la CO2. L’atto della respirazione avviene in due tempi, inspirazione ed espirazione, tra i quali avviene una breve pausa. I movimenti del torace sono regolati dal diaframma e dai muscoli intercostali. Durante l’inspirazione l’aria ricca di ossigeno penetra nel nostro organismo e, attraverso le vie respiratorie, arriva nei polmoni. Negli alveoli polmonari avviene lo scambio, detto ematosi, tra l’ossigeno dell’aria e i prodotti di rifiuto del metabolismo organico (anidride carbonica e vapore acqueo), trasportati dal sangue che per questo fatto viene detto venoso. Una volta avvenuta l’ematosi, l’aria con i prodotti di scarto viene emessa tramite l’espirazione, mentre il sangue (detto ora arterioso) trasporta l’ossigeno alle cellule di tutto l’organismo, dalle quali riceverà nuovi prodotti di rifiuto; il ciclo potrà così ricominciare. Quella che noi chiamiamo respirazione tecnicamente si divide in respirazione interna ed esterna: per respirazione esterna si intende lo scambio di ossigeno e di anidride carbonica da parte dell’apparato respiratorio in toto, mentre la respirazione interna è lo scambio gassoso che avviene tra le cellule e l’ambiente esterno che lo circonda

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...