APPARATO DIGERENTE PER LA DIGESTIVA 2BBBBBBBBBBBBBB

L’alimentazione.

Quando si corre, si cammina, si parla, si pensa, si lavora, si consuma energia; come un’auto ha bisogno di benzina per alimentare il motore e poter quindi procedere, anche il nostro corpo necessita di “combustibile” per compiere le sue complesse funzioni.

A differenza delle macchine, però, il corpo degli organismi viventi cresce, si sviluppa, molte strutture cellulari vanno incontro ad un rapido logorìo e devono essere prontamente ricostituite.

Gli alimenti costituiscono il combustibile indispensabile al funzionamento degli organismi viventi e forniscono altresì il materiale necessario per poter crescere e riparare le parti lese.

Un’alimentazione completa deve perciò comprendere due tipi di sostanze:

sostanze energetiche, che danno l’energia necessaria all’attività dell’organismo

sostanze plastiche, utili per la crescita del corpo e il rinnovo delle parti usurate.

Queste sostanze necessarie al nostro corpo per funzionare correttamente sono:

l’acqua

i carboidrati

le proteine

i lipidi

i sali minerali

le vitamine.

clip_image002[4]L’acqua. Il nostro corpo è formato al 60% di acqua,quindi essa è un elemento davvero importante! Tutti gli alimenti contengono acqua. Ma è necessario bere per compensare il nostro consumo d’acqua ( sudore, urina, respirazione). E’ indispensabile bere da 8 a 10 bicchieri d’acqua al giorno. La carenza d’acqua è dannosa per l’organismo infatti si può sopravvivere diversi giorni senza mangiare; al contrario dopo 2-3 giorni senza bere, lo stato di salute diventa molto critico fino ad arrivare al decesso per disidratazione.

I carboidrati o zuccheri si dividono in:

clip_image004[4]zuccheri semplici (zucchero da tavola, caramelle, miele, frutta) che si digeriscono velocemente e apportano energia a rapido utilizzo;

clip_image006[4]zuccheri complessi ( gli amidi contenuti nel pane, nella pasta,nelle patate, nel riso) che si digeriscono lentamente quindi danno al corpo energia per diverse ore.

I carboidrati sono usati dall’organismo prevalentemente per la produzione di energia, quando sono introdotti in eccesso vengono trasformati in grassi e immagazzinati nelle cellule adipose.

Forniscono 4 kcal al grammo.

Le proteine hanno funzione soprattutto plastica, cioè sono il materiale di costruzione e riparazione dell’organismo. Si dividono in:

clip_image007-proteine di origine vegetale, contenute nei cereali e nei legumi

clip_image008[4]-proteine di origine animale, che troviamo nella carne,nelle uova, nel latte e nei latticini e nel pesce.

Forniscono 4 kcal per grammo.

E’ sufficiente 1 g di proteine per ogni kg del proprio peso corporeo, ma con l’alimentazione in uso oggigiorno se ne introduce una quantità molto più grande.

clip_image010[4]I lipidi o grassi forniscono energia di riserva e permettono l’assorbimento di alcune vitamine. Si dividono in:

grassi animali ( strutto, burro, lardo, panna )

grassi vegetali ( olio di oliva, olio di semi, margarina).

clip_image012Sono presenti, anche se nascosti, in molti alimenti specialmente di origine animale.

clip_image014Apportano 9 kcal per grammo, per cui chi ha problemi di peso in eccesso deve limitarne, ma non abolirne, l’uso.

I sali minerali e gli oligoelementi sono indispensabili al nostro organismo, poiché intervengono direttamente in molte reazioni cellulari.

Contribuiscono alla costituzione delle ossa, dei denti, delle cellule e sono importanti anche per il sistema nervoso e i muscoli.

I sali minerali sono presenti in quantità maggiori come il calcio, il fosforo, il ferro, il sodio, il potassio, ecc.;gli oligoelementi come il rame, lo zinco, il fluoro, il cobalto, ecc. sono presenti in quantità esigua nell’organismo ma sono ugualmente indispensabili.

clip_image016Le vitamine sono sostanze presenti negli alimenti in quantità molto piccole (misurabili in milligrammi o microgrammi).

Ne esistono più di dieci tipi. Possono essere:

liposolubili ( cioè che si sciolgono e vengono assorbite attraverso i grassi) come le vitamine A, D, E, K.

idrosolubili ( cioè che si sciolgono e vengono assorbite attraverso l’acqua) come le vitamine C, quelle del gruppo B e la PP.

Ogni tipo di vitamina ha un ruolo fondamentale per il buon funzionamento del corpo. Per esempio la vit. A è necessaria per la crescita, la vista, la pelle. La vit. C è indispensabile per difendersi da molte malattie. La vit. E prolunga la vita dei globuli rossi del sangue, ecc.

La carenza di alcune vitamine può provocare malattie gravi come: una severa carenza di vit. D provoca il rachitismo, la carenza di vit. C invece provoca lo scorbuto e la carenza di vit. A determina la pellagra. Oggigiorno è molto difficile incorrere in carenze vitaminiche in quanto la nostra alimentazione è più che sufficiente a coprire il nostro fabbisogno giornaliero, semmai dobbiamo stare attenti a non incorrere in un sovradosaggio che, per alcune vitamine, è altrettanto dannoso quanto la carenza.

 

 

L’APPARATO DIGERENTE

L’apparato digerente del corpo umano si può considerare più o meno come un tubo lungo circa 7 volte l’altezza del corpo. Esso è composto dalla bocca, dalla faringe, dall’esofago, dallo stomaco e dall’intestino. Fanno parte dell’apparato digerente anche le ghiandole salivari, il fegato e il pancreas.

clip_image002

Esso ha il compito di “digerire” il cibo, cioè di trasformarlo in sostanze che possano essere assimilate dalle nostre cellule. Perché avvenga questo il cibo compie un vero e proprio “viaggio”

IL VIAGGIO DEL CIBO

Il cibo entra attraverso la BOCCA. Lì subisce la prima delle tante trasformazioni: il cibo viene tritato dai denti, poi viene attaccato dalla

SALIVA, così trasformato in BOLO ALIMENTARE.

Da lì entra poi, spinto dalla lingua, nella FARINGE (principale condotto dell’aria), e passa nell’ESOFAGO. Alla fine di questo tubo lungo ed elastico, il bolo si trova davanti all’apertura dello STOMACO, tutte le volte, che il bolo si trova davanti a questo, esso si apre; permettendo così l’entrata del bolo nello stomaco.
clip_image004Nello stomaco esso viene aggredito dai SUCCHI GASTRICI , che non attaccano lo stomaco perché è ricoperto da una mucosa che lo protegge all’interno. Essi non risalgono l’esofago poi, perché le due valvole il CARDIAS (la valvola d’entrata) e il PILORO (la valvola d’uscita) impediscono fortunatamente le fuoriuscite. La sostanza nutritiva può sostare nello stomaco diverse ore; esce attraverso il piloro che fa passare poche quantità di cibo alla volta.
Fuori dallo stomaco il bolo si è trasformato in CHIMO. Esso viene attaccato da sostanze enzimatiche per esempio la BILE prodotta dal FEGATO e contenuta nella CISTIFELLEA un (sacchetto verdognolo)
E gli acidi prodotti dal PANCREAS.
clip_image006Successivamente il chimo, divenuto chilo, entra nell’intestino che è diviso in due parti l’INTESTINO CRASSO e quello TENUE. Lì vengono assorbiti gli zuccheri e le sostanze più concentrate, invece in quello crasso le sostanze liquide. Alla fine dell’intestino le sostanze inutili rimaste vengono espulse sottoforma di urine e feci attraverso il RETTO.

1- L’ESOFAGO

È un tubo lungo circa 25 cm. Elastico e rivestito di una patina.

Ha la funzione di far scendere il cibo per mezzo di contrazioni muscolari.

Si potrebbe pensare che il cibo arriva allo stomaco per mezzo della forza di gravità. Invece non è così, perché è per merito dei movimenti PERILSTALTICI o della MUSCOLATURA o tant’è vero che noi possiamo deglutire anche a testa in giù.

clip_image0082 – LO STOMACO

È un piccolo serbatoio con due valvole: il CARDIAS che è la valvola d’entrata e divide lo stomaco dall’esofago, il PILORO che lo separa dall’intestino ed è la valvola d’uscita del chimo.

Lo stomaco è rivestito da una mucosa interna che contemporaneamente difende lo stomaco e produce gli SUCCHI GASTRICI.

Durante la digestione lo stomaco ha delle contrazioni muscolari per far sì che il cibo si amalgami bene con i succhi gastrici.

3 – LA BILE

È prodotta dal FEGATO e contenuta nella CISTIFELLEA, un sacchettino che quando si contrae spruzza questa sostanza enzimatica che ha la funzione di bruciare delle sostanze "pesanti".

La bile è prodotta di continuo dal Fegato la più grande ghiandola del nostro corpo.

5 – L’INTESTINO

clip_image010Le ultime sostanze vengono assorbite nella parte dell’intestino per mezzo dei VILLI INTESTINALI

Esso è diviso in due parti l’intestino TENUE e quello CRASSO.

Quello tenue è diviso in altre 3 parti il DUODENO (la prima parte), il DIGIUNO (la seconda) e l’ILEO. Qui avviene l’assorbimento delle sostanze nutritive più “grosse”.

È un tubo lungo circa 6-7 m e il cibo sosta lì circa 4 – 5 h.

L’intestino crasso è più corto di quello tenue, ma ha un diametro maggiore.

Lì vengono assorbite le sostanze liquide.

Fisiologia dell’apparato digerente

La fisiologia è quella parte della medicina che studia il funzionamento delle varie parti di un organismo.

Ripetutamente masticato dai denti ed impastato con la saliva dalla lingua nella bocca, il cibo viene reso morbido e scorrevole e prende il nome di bolo alimentare. La saliva, oltre all’azione lubrificante ha il compito di scindere le grosse molecole dei carboidrati ed in particolare dell’amido in frammenti più piccoli.

Percorso l’esofago il bolo arriva allo stomaco attraverso il cardias. Le pareti dello stomaco si contraggono ripetutamente mescolando il cibo ed impregnandolo di succo gastrico. In esso è presente acido cloridrico e pepsina, un enzima che scinde le proteine in frammenti più piccoli.

La massa semifluida o chimo, formatasi nello stomaco, passa quindi nell’intestino tenue attraverso il piloro, dove viene a contatto col succo pancreatico e con la bile che completano la trasformazione degli alimenti in sostanze semplici, solubili ed assimilabili. Le proteine vengono trasformate nella loro forma più semplice (aminoacidi), gli zuccheri complessi in glucosio, i grassi in minutissime goccioline in grado anche esse di venire assorbite dalla parete intestinale.

L’intestino tenue presenta per un lungo tratto numerosissime sporgenze che ne aumentano enormemente la superficie di assorbimento: i villi intestinali. Attraverso i villi, l’acqua, i sali minerali, le vitamine, il glucosio, le goccioline di grasso e gli aminoacidi, passano nei vasi sanguigni e vengono trasportati a tutte le cellule del corpo. Qui giunti, gli aminoacidi vengono utilizzati per la ricostruzione delle proteine, mentre il glucosio ed i grassi in parte vengono immagazzinati come scorta energetica ed in parte forniscono l’energia necessaria per le attività cellulari e quindi per il buon funzionamento dell’organismo.

Le scorie della digestione percorrono in tutta la sua lunghezza l’intestino crasso che ne assorbe l’acqua ed infine vengono convogliate nel retto e da qui nell’ampolla rettale che quando è piena distendendosi provoca lo stimolo alla defecazione. Le feci vengono eliminate attraverso l’ano.

clip_image001

Questa voce è stata pubblicata in scienze 2 media. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...